di maio
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Un cambio al vertice all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli? Con l’insediamento del nuovo governo non è escluso un cambio al vertice dell’amministrazione di Piazza Mastai. “Cambierò i vertici dei miei ministeri. E’ giusto che ci sia lo spoil system perché dopo 5 anni si creano delle incrostazioni. Magari qualcuno in qualche casella del ministero resterà ma il cambiamento parte anche dalla macchina burocratica”. Lo ha detto Luigi Di Maio parlando a Marina di Ragusa in piazza Malta in un comizio a sostegno della candidatura di Antonio Tringali a sindaco della città. “C’è una grande voglia di far bene – ha aggiunto – e dopo il rinnovamento nella squadra di governo anche la macchina burocratica va adeguata”.

Con il nuovo governo è plausibile lo spoils system per i dirigenti dei ministeri e i vertici delle Agenzie fiscali. “Un governo che cessa produce l’ automatico venir meno degli incarichi dirigenziali apicali che non vengano confermati dopo 90 giorni dall’ approvazione della fiducia al nuovo esecutivo. La norma riguarda anche i direttori delle Agenzie fiscali come Ernesto Ruffini (Entrate), Roberto Reggi (Demanio) e Giovanni Kessler (Dogane e dei Monopoli), tutti di nomina renziana.

Quanto ai capi di gabinetto, a quelli degli uffici legislativi e delle segreterie, essendo stretti collaboratori dei ministri, scadono con loro. Il nuovo esecutivo infine può revocare, entro sei mesi dalla fiducia, gli incarichi conferiti dal governo dimissionario negli ultimi sei mesi.

Commenta su Facebook