“Stiamo riaprendo, con l’obiettivo di far ripartire il turismo e l’economia. Dobbiamo sostenere il settore turistico, commercianti, ristoratori. Dobbiamo fare impresa e creare lavoro. L’Italia è pronta, lavoriamo per superare totalmente il coprifuoco, ma non abbassiamo la guardia”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

“Credo che tra fine maggio e inizio giugno il coprifuoco andrà tolto“, ha detto poi il sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè.

“Per ora ci sarà un ‘tagliando’ – ha ricordato Mulè – per vedere di farlo slittare di un’ora o anche di due, a mezzanotte, superando la ‘sindrome di Cenerentola’”.

“C’è l’intenzione di rivedere le misure sulla base dell’andamento dei contagi e sono ragionevolmente fiducioso che la misura in tempi brevi possa essere rivista favorevolmente”, ha detto il ministro del Turismo Massimo Garavaglia.