Print Friendly, PDF & Email

Il generale di divisione della Guardia di Finanza Antonino Maggiore è il nuovo direttore dell’Agenzia delle entrate. Maggiore è stato indicato dal governo, nel corso del Consiglio dei ministri. “E’ un nome di garanzia, di grande esperienza e di onestà, che mi riempie di orgoglio”, ha detto il vicepremier Luigi Di Maio in un post su Facebook. “Sono certo lavorerà nell’interesse dei cittadini onesti e sarà nemico dei grandi evasori, che fino ad oggi l’hanno fatta franca a spese dello Stato e degli imprenditori e cittadini onesti. Chi riscuote le tasse deve essere al servizio del cittadino e non il contrario. Per noi gli italiani sono onesti fino a prova contraria”.

Di Maio ha quindi annunciato altre due nomine: “Abbiamo anche azzerato i vertici dell’Agenzia delle Dogane e dell’Agenzia del Demanio. Dove c’erano rispettivamente un ex sindaco del Pd e un ex parlamentare del Pd ora ci sono Benedetto Mineo e Riccardo Carpino“. E all’uscita da Palazzo Chigi rincara: Mineo e Carpino “amministreranno le agenzie delle Dogane e del Demanio non come bancomat della politica” ma con un ruolo ad esempio “nella lotta al gioco d’azzardo” e nel controllo dei porti. Benedetto Mineo ha alle spalle una lunga esperienza in Equitalia dove ha ricoperto incarichi di vertice.

Si chiude quindi l’esperienza di Giovanni Kessler alla guida di Piazza Mastai.

Commenta su Facebook