“La stampa ha scelto Salvini, soprattutto quella di sinistra che fa finta di scandalizzarsi per certe espressioni. Per loro è la speranza futura di poter vedersi garantiti i finanziamenti pubblici e magari la reintroduzione della pubblicità al gioco d’azzardo vietata dal decreto Dignità”.

Lo ha detto Alessandro Di Battista tornando a parlare in una diretta Facebook dopo 40 giorni di silenzio. In merito alla sua possibile candidatura alle elezioni europee ha chiarito: “Ci ho riflettuto, la risposta fondamentalmente è no. Non è che io mi posso candidare perché devo farlo. Io non ci vorrei andare a Bruxelles a mettermi a fare l’europarlamentare e se ci andassi senza volerlo penso che neanche renderei”.

“Non voglio candidarmi, voglio fare altro, voglio continuare a scrivere e a conoscere il mondo”. L’ex parlamentare ha inoltre annunciato di frequentare un corso di falegnameria a Viterbo e ha dispensato anche alcuni consigli al governo: “Suggerisco al Movimento di adottare una linea dura di politica estera”.