Arriva decretone per reddito di cittadinanza e quota 100, ma nel testo, contrariamente a quanto affermato dal vicepremier Di Maio, non c’è alcun divieto per le spese cosidette immorali, tra cui è stato inserito anche il gioco.

Il vertice politico che ha visto riuniti stamattina i vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, sembra essere terminato in modo positivo. La bozza del decretone, che Jamma ha potuto visionare, è stata messa a punto.

“Incontro positivo, governo soddisfatto. Ci sono tutte le risorse per quota 100 e per reddito di cittadinanza. Stasera consiglio dei ministri alle 18 per varare il decreto”.

Così si legge in una nota di palazzo Chigi, diramata al termine del vertice sul decretone. Sempre la nota comunica il “via libera agli stanziamenti per il TFR anticipato per tutti i dipendenti pubblici e per fondo volo Alitalia”.

Al vertice di stamattina hanno partecipato anche il ministro dell’Economia Giovanni Tria, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro e i sottosegretari Giancarlo Giorgetti, Claudio Durigon, Massimo Garavaglia e Laura Castelli.

nessuna disposizione quindi che vieterà l’utilizzo delle RdC in giochi o attività similari, come avevamo anticipato nei giorni scorsi.