Nell’ambito dell’esame in Commissione Finanze e Tesoro del Senato del disegno di legge “Conversione in legge del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”, prima dell’approvazione dello schema di parere, la senatrice Conzatti (FI-BP) riguardo alla materia dei giochi ha suggerito “l’opportunità di investimenti di carattere formativo e di prevedere una tassazione omogenea sui diversi tipi di gioco”. Ha preannunciato quindi il voto contrario del proprio Gruppo.

Il senatore Comincini (PD) ha espresso “perplessità in merito alle misure riguardanti l’imposizione sui giochi, che contraddicono l’esigenza di trattamento fiscale uniforme”, dichiarando infine il voto contrario del proprio Gruppo.