“Per quanto riguarda – ad esempio – la lotteria degli scontrini, continuo a battere sul punto perché i commercianti sono in grave difficoltà. Noi, assieme a tutte le forze di opposizione, abbiamo presentato un emendamento, ma non solo: lo ha presentato anche qualche forza di maggioranza, a firma addirittura del capogruppo del Partito Democratico in Commissione bilancio. Il nostro emendamento ha ricevuto un voto contrario e quindi, paradossalmente, anche le forze di maggioranza hanno votato contrariamente al loro stesso emendamento. Si trattava di un emendamento che non costava niente e avrebbe sollevato i nostri commercianti già in grave crisi da un’ulteriore incombenza. Evidentemente però l’avvocato degli italiani aveva già pronta la pubblicità ministeriale per incitare gli italiani al gioco, a tentare la fortuna. Permettetemi, signori: questa mi sembra davvero una vergogna”. Lo ha detto in Aula al Senato la relatrice di minoranza Roberta Ferrero (Lega), nell’ambito della discussione sul Decreto Ristori.