Prosegue in Commissione Lavoro del Senato l’esame del disegno di legge “Conversione in legge del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”. Per quanto riguarda il settore dei giochi e` stato disposto l’accantonamento degli emendamenti 27.0.1 e 27.0.2, in quanto su di essi la Commissione bilancio non ha ancora espresso il proprio parere. La senatrice Binetti (FI-BP) ha aggiunto la propria firma all’emendamento 27.1.

La relatrice Nisini (L-SP-PSd’Az) ha raccomandato l’approvazione dell’emendamento 27.4 ed espresso parere contrario sui restanti emendamenti riferiti all’articolo 27.

Il rappresentante del Governo ha espresso parere favorevole sull’emendamento 27.4 e parere conforme a quello della relatrice sui restanti emendamenti riferiti all’articolo 27.

Il senatore Bertacco (FdI) ha raccomandato l’approvazione dell’emendamento 27.1, ritenendo incomprensibile il parere contrario della Commissione bilancio sul medesimo. L’emendamento 27.1, posto ai voti, è stato respinto.

Dopo che gli emendamenti 27.2 e 27.3 sono stati dichiarati decaduti per l’assenza dei proponenti, e` stato posto ai voti e approvato l’emendamento 27.4.

La senatrice Unterberger (Aut (SVP-PATT, UV)) ha aggiunto quindi la sua firma all’emendamento 27.0.3 e lo ha ritirato.

La Commissione tornera` a riunirsi lunedı` 18 febbraio, alle ore 18 e alle ore 21, e martedı` 19 febbraio, alle ore 14 e alle ore 21, per il seguito dell’esame del disegno di legge n. 1018 (DL 4/2019 – Reddito di cittadinanza e pensioni).

27.0.1 (ACCANTONATO)
Durnwalder, Steger, Laniece, Unterberger
Dopo l’articolo, inserire il seguente:
«Art. 27-bis.
1. All’articolo 54-bis del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modificazioni dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, dopo il comma 7, e` aggiunto il seguente: ’’7-bis. Le disposizioni di cui al comma 7, si applicano anche agli enti senza scopo di lucro esclusivamente per esigenze temporanee o eccezionali connesse all’organizzazione di manifestazioni sportive a carattere nazionale o internazionale’’. 2. Dall’attuazione delle disposizioni di cui al comma 1 non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica».

27.0.2 (ACCANTONATO)
Durnwalder, Steger, Laniece, Unterberger
Dopo l’articolo, inserire il seguente:
«Art. 27-bis.
1. All’articolo 54-bis del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito con modificazioni dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, al comma 6, lettera b-bis) dopo le parole: ’’di cui alla legge 23 marzo 1981, n.91’’ sono aggiunte le seguenti: ’’e le associazioni sportive senza scopo di lucro esclusivamente per esigenze temporanee o eccezionali connesse all’organizzazione di manifestazioni sportive a carattere nazionale o internazionale’’. 2. Dall’attuazione delle disposizioni di cui al comma 1 non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica».

27.1 (RESPINTO)
Bertacco
Al comma 1, primo periodo, sostituire le parole: «all’11 per cento»
con le seguenti: «al 10 per cento».
Conseguentemente all’articolo 28, sostituire il comma 1 con il seguente: «1. Lo stanziamento del Fondo per le non autosufficienze, di cui all’articolo 1, comma 1264, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e` incrementato di 20 milioni di euro per l’anno 2019 e di 40 milioni di euro a decorrere dall’anno 2020. All’onere di cui al primo periodo, si provvede mediante corrispondente utilizzo delle maggiori entrate derivanti dall’articolo 27, comma 1, del presente decreto».

27.4 (APPROVATO)
Le Relatrici
Apportare le seguenti modificazioni:
a) al comma 4, sostituire le parole: «comma 569, lettera b) e articolo 1, comma 1098, di cui alla legge» con le seguenti: «commi 569, lettera b) e 1098, della legge». b) al comma 6, lettera a), sostituire le parole: «da venti a cinquanta mila euro» con le seguenti: «da 20.000 a 50.000 euro».

27.0.3 (RITIRATO)
Durnwalder, Steger, Laniece
Dopo l’articolo, inserire il seguente:
«Art. 27-bis. 1. Per le lavoratrici e i lavoratori dipendenti delle cooperative sociali di assistenza domiciliare all’infanzia, nei casi in cui le prestazioni di lavoro siano rese presso il domicilio delle lavoratrici e dei lavoratori interessati, non concorrono a formare il reddito ai sensi dell’articolo 51, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica del 22 dicembre 1986, n. 917, i rimborsi di spese documentate, nonche´ i rimborsi di altre spese non documentabili fino all’importo massimo giornaliero di euro 16. 2. Agli oneri derivanti dal comma 1, valutati in 500 mila euro annui a decorrere dal 2019, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo di cui all’articolo 10, comma 5, del decreto-legge 29 novembre 2004, n.282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307».

27.2 (DECADUTO)
Damiani
Al comma 1 sostituire le parole: «all’11 per cento» con le seguenti: «al 10 per cento». Conseguentemente all’articolo 28 comma 1 sostituire le parole: «116, 8 milioni per l’anno 2020 e di 356 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2022» con le seguenti: «94,8 per l’anno 2020 e di 312 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2022».

27.3 (DECADUTO)
Vitali
Sostituire il comma 2 con il seguente: «2. Ai punti di vendita per le lotterie ad estrazione istantanea il compenso per la raccolta del gioco e` fissato in misura pari al 5,71 per cento per l’anno 2019, pari al 6 per cento per l’anno 2020 e 6,25 per cento per l’anno 2021».
Conseguentemente, sopprimere il comma 3. Conseguentemente, all’onere derivante dalla presente disposizione, valutato in 1,5 milioni di euro per il 2019 e 1,3 milioni di euro per il 2020, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per interventi strutturali di politica economica, di cui all’articolo 10, comma 5, del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307.