“Abbiamo una preoccupazione per le imprese che rappresentiamo soprattutto nella grande distribuzione, ma anche per la piccola e media impresa, per il provvedimento relativo alla lotteria degli scontrini. Sappiamo che è un provvedimento previsto nella legge di bilancio 2017 e che avrà una sua applicabilità a partire dal 1 gennaio 2020. L’Agenzia delle Entrate è molto in ritardo e solo in questi giorni ha fornito le modalita e le predisposizioni tecniche. Non esistono i tempi tecnici per permetterci di adeguare i software e i registratori di cassa alle disposizioni di legge previste. Nonostante tutto questo con il decreto fiscale si introduce un pesante quadro sanzionatorio dal 1 di gennaio. Servono almeno 6 mesi di adeguamento o quanto meno la sospensione delle sanzioni per il periodo necessario all’implementazione dei software”.

E’ quanto detto da Giancarlo Ferrari (direttore nazionale Legacoop) in audizione in Commissione Finanze della Camera, nell’ambito dell’esame del disegno di legge di conversione in legge del decreto recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili.