Print Friendly, PDF & Email

“Sui giochi c’è un approccio moralistico che si ferma alla pubblicità, come se alla base non ci fosse un problema di cultura e di educazione. Così si spinge verso il gioco illegale”.

Lo ha detto in Aula alla Camera Bruno Tabacci (Gruppo Misto) durante la discussione delle questioni pregiudiziali riferite al decreto dignità.

Commenta su Facebook