camera
Print Friendly, PDF & Email

“Le disposizioni di contrasto alla ludopatia e l’esigenza di intervenire con urgenza su un fenomeno in rapida diffusione presso tutti i ceti sociali e tutte le fasce d’età, sono date, non solo, dal grave pregiudizio economico per i soggetti coinvolti e le loro famiglie, ma, anche, dall’inaccettabile rischio di compromissione dei modelli etici, valoriali e comportamentali della nostra società, allorquando si prospettano facili guadagni, in assenza di un impegno e una responsabilità del singolo”.

Lo ha detto in Aula alla Camera Elena Murelli (Lega), durante la discussione delle questioni pregiudiziali riferite al decreto dignità. “Probabilmente, e concludo, la complessità della materia richiederà un ulteriore intervento legislativo a completamento di quanto stiamo facendo in questi giorni, magari, quando sarà possibile contare su un quadro più certo di risorse finanziarie sulle quali puntare per un rilancio stabile dell’occupazione”.

Commenta su Facebook