endrizzi
Print Friendly, PDF & Email

“Con milioni di persone impoverite dall’azzardo il divieto alla pubblicità approvato ieri con il decreto Dignità è solo il primo passo di un lungo percorso”.

Lo afferma, in una nota, il senatore del Movimento 5 Stelle Giovanni Endrizzi, componente della Commissione Igiene e Sanità.

“A causa della pubblicità martellante, spesso nei programmi visti dai ragazzi, nel 2017 gli italiani sono stati indotti a puntare 102 miliardi di euro (+ 6,3% sull’anno precedente, mentre i redditi ristagnano) – aggiunge – un mercato che dal 2003 è cresciuto più dell’economia cinese, togliendo ossigeno a imprese dell’economia sana e scaricando sulle famiglie impoverimento e infelicità. Ora urge intervenire su più fronti. Ottimo il divieto della pubblicità, come misura di civiltà e scelta di fondo. Nei prossimi mesi – termina Endrizzi – lavoreremo sulla tessera del giocatore e sulla distanza minima tra le slot e i luoghi sensibili come scuole, chiese e ospedali”.

Commenta su Facebook