Print Friendly, PDF & Email

“Stop alla pubblicità sul gioco d’azzardo, stop alle delocalizzazioni selvagge. Stop alla burocrazia con taglio di redditometro, split payment e spesometro. Più tutele ai lavoratori, senza penalizzare gli imprenditori onesti. Stiamo cambiando questo Paese con i fatti, non con le promesse”. Queste le parole del ministro del Lavoro Luigi Di Maio subito dopo l’ok della Camera al decreto dignità arrivato ieri sera (312 sì, 190 contrari). Di Maio ha affidato i suoi commenti ai social e ha parlato di un “risultato storico”.

“Lotta alla piaga dell’azzardo, sanzioni per chi delocalizza, meno burocrazia per le imprese, guerra senza quartiere al precariato. Il decreto Dignità è la prima grande risposta ai disastri del Pd, ed è solo l’inizio” assicura Di Maio.

Commenta su Facebook