di maio
Print Friendly, PDF & Email

“Nelle commissioni parlamentari abbiamo migliorato ancora il decreto dignità, potenziando sia la lotta al precariato che il contrasto all’azzardo e la semplificazione fiscale.

Ci avevano sempre detto che non era possibile aumentare i diritti, e che anzi bisognava tagliarli per tornare a crescere. La crescita non è arrivata, ma solo il record di contratti a termine e del precariato. Ora noi stiamo cambiando passo, tutelando il lavoro dagli abusi e le imprese dalla concorrenza sleale di chi prende i soldi pubblici e poi scappa in altri Paesi. Non finirà qui, è solo l’inizio!”. Così il Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio.

Commenta su Facebook