azzardo
Print Friendly, PDF & Email

“Le misure contro le delocalizzazioni e contro la pubblicità del gioco d’azzardo vanno poi esattamente nella medesima direzione, dopo che troppe famiglie sono state sconvolte dalla perdita di lavoro, per l’improvvisa fuga di aziende all’estero o dalla piaga della dipendenza dal gioco d’azzardo.

Vorrei ricordare che, rispetto ad altre dipendenze, quella dell’azzardo ha nella promozione pubblicitaria la principale fonte di reclutamento, perciò vietarla è un passo necessario e non più rimandabile. Necessario e urgente, sì, proprio i due requisiti che si richiedono ad un decreto-legge”.

Lo ha detto in Aula alla Camera la deputata Jessica Costanzo (M5S) durante la discussione delle questioni pregiudiziali riferite al decreto dignità.

Commenta su Facebook