“Nell’Ordinanza della Regione Veneto del 26.6. u.s. sono citati all’Art.8 gli Ippodromi con le seguenti disposizioni: “l’attività degli ippodromi e’ svolta nel rispetto delle linee di indirizzo adottate dal MIPAAF, per quanto riguarda la gestione degli animali, e nel rispetto delle linee di indirizzo di cui all’allegato n. 1 all’ordinanza n. 59 del 13.06.2020 per le altre attività svolte quali, esemplificativamente, spettacoli aperti al pubblico, ristorazione, sale scommesse”.

Questa e’ la prima ordinanza regionale che cita esplicitamente gli ippodromi e di questo ringraziamo e diamo merito al Presidente della Regione Luca Zaia, del quale ancora ricordiamo, nonostante siano passati ben dodici anni, il grande e positivo lavoro che fece quando era Ministro dell’Agricoltura. Un Ministro sempre disponibile all’ascolto ed al confronto, che incontrammo molte volte, e che adotto’ il Decreto “Salva Ippica” diventato poi legge, tutt’ora in vigore e grazie al quale l’ippica italiana riesce, pur con grandi difficoltà, a sopravvivere”.

Così in una nota il presidente del Coordinamento Ippodromi, Attilio D’Alesio.