Finalmente gli ippodromi hanno potuto fatturare al Ministero “una parte” delle proprie spettanze per il lavoro svolto nell’anno in corso. La situazione era diventata insostenibile e gravissima per gli enormi ritardi causati del pessimo decreto di classificazione firmato dall’ex Sottosegretario…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati