“Stiamo iniziando, purtroppo, a fare i conti con i risvolti psicologici di questa pandemia ed è evidente che i giovani siano quelli più a rischio di tutti, poiché non hanno punti di riferimento, non hanno la stabilità che sarebbe dovuta…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati