Print Friendly

(Jamma) – L’amministrazione comunale di Curtatone (MN) dichiara guerra alle ludopatie, invitando i commercianti a sottoscrivere un patto che premia i locali no slot, ma anche quelli in cui si gioca in maniera responsabile.

Il progetto prevede sconti sulla tassa dei rifiuti, incontri informativi itineranti, loghi identificativi e il debutto di una nuova figura professionale: una sentinella incaricata di vigilare sul territorio, fare da tramite tra il Comune e gli esercenti, organizzare eventi educativi e segnalare casi di dipendenza patologica da gioco d’azzardo. L’accordo verrà presentato ai commercianti giovedì 13 luglio alle 9.30 in municipio.

«Con questa iniziativa entriamo nella fase operativa di un percorso avviato a gennaio – spiega l’assessore ai servizi sociali Angela Giovannini – all’epoca organizzammo due incontri per sensibilizzare al problema delle ludopatie i gestori delle attività in cui sono presenti le slot machine. La partecipazione fu ottima, pertanto abbiamo deciso di proseguire su questa strada». La sottoscrizione del patto è facoltativa e prevede un rinnovo annuale. Ai commercianti no slot il Comune offrirà uno sconto del 50% sulla quota variabile 1 della tassa sui rifiuti, mentre per i locali in cui si gioca in modo responsabile è prevista una riduzione del 20%. «Questa agevolazione fiscale rappresenta una sorta di carezza etica dedicata a chi non volta la testa dinanzi al problema, spesso sottovalutato, della ludopatia – sottolinea la Giovannini – la dipendenza da gioco d’azzardo contagia sempre più persone, pertanto crediamo sia doveroso premiare gli imprenditori che cercano di arginare questo fenomeno».

Da parte sua, l’amministrazione comunale si impegnerà, oltre a garantire gli sconti sulla quota variabile della Tari, anche ad organizzare almeno due incontri l’anno e a fornire materiale informativo. I commercianti che sottoscriveranno il patto dovranno esporre sulla vetrina un apposito logo e organizzare nel loro negozio almeno un evento informativo l’anno. A fare da ponte tra Corte Spagnola e le attività commerciali ci sarà una sentinella: «Il compito di vigilare sul territorio – dice l’assessore – è stato affidato ad un educatore professionale della coop Alce Nero, che sarà incaricato di gestire gli incontri nei locali pubblici, raccogliere le segnalazioni sui casi di ludopatia e trasmetterle al Comune».

Commenta su Facebook