slot

“Sarà ora il Consiglio Comunale che dovrà licenziare questo strumento chiamato a disciplinare, ed aggiungo arginare, quello che purtroppo non è più un fenomeno ma una vera e propria piaga sociale che colpisce proprio le fasce più deboli.

In questi mesi abbiamo lavorato fianco a fianco con la terza Commissione presieduta dal Consigliere Vincenzo De Franco per colmare un vuoto normativo”.

E’ quanto afferma Sabrina Gentile, Assessore alle Attività Produttive del Comune di Crotone.

“Ma anche in strettissima sinergia con la Questura e con tutti i componenti del tavolo tecnico che ho istituito e al quale hanno partecipato i rappresentanti dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Municipale, dell’Azienda Sanitaria Provinciale.

Abbiamo costruito una proposta che si inserisce perfettamente nelle linee guida previste dalla recente normativa regionale e allo stesso tempo in quelle che sono le leggi nazionali in materia proprio per dare consistenza ed efficacia al nostro Regolamento.

Il Regolamento in questione si muove in due direzioni principali la prima è quella di disciplinare l’ubicazione e l’installazione delle sale ed allo stesso tempo degli orari di esercizio degli stessi.

Allo stesso tempo non abbiamo tralasciato la necessità di assistere e seguire coloro che sono affetti da quel morbo che si chiama ludopatia e che sta mandando in rovina tante famiglie.

L’obiettivo del Regolamento è non lasciare sole queste persone, le loro famiglie.

La necessità di un Regolamento in materia è per porre fine ad un far west che sta mettendo in crisi tante famiglie ed allo stesso tempo affermare un principio di legalità che è fondamentale.

Ecco perché si è lavorato con un gioco di squadra per realizzare un Regolamento che rispondesse alle reali esigenze che nascono su questo tema e dove ciascuno con la propria esperienza e professionalità ha potuto dare il giusto contributo per arrivare ad una definizione che per la nostra città è sicuramente un fatto importante ed allo stesso tempo diventa epocale perché offre una nuova visione di come il problema va affrontato e superato”.

Commenta su Facebook