Dopo il leader della Lega Salvini e’ Vito Crimi, capo politico del M5S, a fregiarsi del merito di aver bloccato la riattivazione di alcuni giochi all’interno delle tabaccherie.

“Slot machines e gioco d’azzardo devono essere gli ultimi a tornare in attività. La decisione di posticiparne la riapertura è positiva, accoglie le nostre richieste. Se non riaprissero più sarebbe meglio. Continua la nostra battaglia di civiltà in difesa della salute dei cittadini”. Così Vito Crimi, il senatore e viceministro dell’Interno, capo politico del M5S in un tweet.