slot

Dal prossimo 15 aprile, per sei ore al giorno, i titolari degli esercizi commerciali della città che ospitano slot machine saranno obbligati a spegnere le macchinette dalle ore 7.30 alle 9.30, dalle 12 alle 14 e dalle 19 alle 21. Questo quanto prevede l’ordinanza firmata stamattina dal sindaco Stefania Bonaldi, che disciplina gli orari di utilizzo delle slot.

Come spiega il sindaco, “l’ordinanza è conseguente alla approvazione del Regolamento del gioco d’azzardo lecito e misure di prevenzione e contrasto delle dipendenze da gioco patologico approvato dal consiglio comunale il 18 giugno 2018, nonché ai dati epidemiologici raccolti dalla Asst: l’obiettivo e quello di scoraggiare la pratica del gioco ponendo limiti orari ben definiti, con lo scopo di impedire l’accesso al gioco a studenti e lavoratori prima dell’ingresso o all’uscita da scuola o dal lavoro. L’interruzione forzata è finalizzata ad interrompere la permanenza del giocatore dinanzi al dispositivo anche per diverse ore continuative. Chiaro che norme e divieti da soli non sconfiggono il gioco d’azzardo patologico, che è una dipendenza e come tale va trattata anche dal Servizio sanitario Nazionale, tuttavia intendono porsi come strumenti di dissuasione e disincentivazione”.

A sottostare ai nuovi orari saranno tutti coloro che ospitano apparecchi meccanici e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici da trattenimento, sia singoli sia apparecchi collegati fra di loro alla rete e ad un server centrale presente nella sala dove sono installati, il quale comunica costantemente con un server nazionale centralizzato che gestisce le vincite (sale Vlt, videolottery, sale slot). Coinvolte anche le scommesse su competizioni ippiche, sportive ed altri eventi. Sono esclusi dalle limitazioni di orario i giochi del Lotto, 10 e lotto, Superenalotto, Totocalcio, Gratta e vinci e Bingo.

Commenta su Facebook