Tutti in attesa del prossimo provvedimento previsto per il riconoscimento di indennizzi per i danni subiti dalle chiusure imposte dalla pandemia

Il ‘quinto’ Ristori, ovvero il decreto finanziato con un scostamento di bilancio così come annunciato dal ministro Gualtieri prevede importanti novità.

Il nuovo meccanismo previsto per l’erogazione dei contributi non terrà conto, come i precedenti, del calo di fatturato in rapporto al mese corrispondente del 2019 ma verranno tenute in considerazione le perdite di un intero semestre (ovvero il periodo gennaio – giugno 2020).

Verrà superato anche il criterio dei codici Ateco per individuare le attività da risarcire ed estendere i contributi a tutti coloro che hanno subito perdite, indipendentemente dal loro inserimento nell’elenco degli aventi diritto.