Le sale giochi a rischio chiusura con l’entrata in vigore di quello che chiamano il lockdown light. Secondo una bozza del decreto che verrà esaminato dalla conferenza tra il Cancelliere e i capi di governo degli stati federali, si prevede la chiusura di sale da gioco, scommesse e casinò, nonché ristoranti, bar, pub e strutture simili.

Secondo la bozza tutte le misure che saranno decise nella conference call del 28 ottobre dovrebbero essere applicate dal 4 novembre alla fine di novembre. Dopo due settimane, il Cancelliere e i capi di governo degli Stati federali vogliono nuovamente consultarsi, valutare gli obiettivi raggiunti attraverso le misure e, se necessario, adeguare nuovamente le misure.

Sulla base della bozza, dovrebbero essere chiuse “le istituzioni e le strutture che possono essere assegnate alle attività del tempo libero”. Oltre a cinema, fiere, parchi di divertimento e fornitori di attività per il tempo libero (interni ed esterni), questo include anche sale giochi, casinò, agenzie di scommesse e strutture simili.

Gli esercizi di ristorazione, i bar, i club, le discoteche, i pub e simili saranno chiusi di conseguenza. L’unica eccezione è la consegna e il ritiro dei pasti da asporto per il consumo a domicilio.