Il quotidiano Il Giornale lancia l’ipotesi che il governo stia lavorando a misure economiche per affrontare un nuovo lockdown che potrebbe seguire le misure restrittive introdotte fino a marzo.

Per quanto riguarda la Cassa integrazione il decreto Ristori cinque prolungherà di 26 settimane l’assegno in deroga e di 8 quello relativo alla Cig ordinaria. Nella lettera inviata alla Commissione europea per motivare lo scostamento di bilancio, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, ha spiegato che «il governo desidera disporre di risorse finanziarie sufficienti» anche «per prolungare, se necessario, il regime di integrazione salariale Covid-19 fino all’autunno».

“Ma c’è dell’altro. Lo scostamento da 32 miliardi, autorizzato dal Parlamento, ha sottolineato Gualtieri, serve al prossimo decreto Ristori, che nelle previsioni dovrebbe essere l’ultimo. Ma anche «in caso di permanenza di rigidi vincoli alla mobilità e all’attività imprenditoriale durante la primavera».

Dettaglio che rivela la possibilità, per nulla remota, che le misure restrittive vadano oltre marzo. La cassa integrazione estesa fino al prossimo autunno può essere legata agli strascichi della crisi. Quello di Gualtieri sembra molto un annuncio di nuovi lockdown regionali”, scrive il quotidiano.