È stata approvata, durante l’ultimo consiglio comunale la delibera che prevede la riduzione delle tariffe della Tassa sui Rifiuti per le utenze non domestiche. Il provvedimento, limitatamente all’anno di imposta 2021, rientra fra le agevolazioni messe in campo per attenuare le minori entrate dovute all’emergenza pandemica dovuta al Covid-19.
Le agevolazioni sono nella misura del 35% per le attività facenti parte del comparto non domestico come gli alberghi, sia quelli con annesso ristorante o meno, ma anche per i bar, caffè e pasticcerie che nell’anno 2020 non hanno beneficiato dell’agevolazione Covid-19 previste dalle tariffe in vigore lo scorso anno.

Per le attività che invece ne hanno usufruito anche lo scorso anno, la scontistica per il 2021 sarà pari al 20%. Godranno invece della riduzione del 100% dell’imposta i locali destinati allo svolgimento delle attività di palestra, discoteca e sala giochi.

Sono previste anche riduzioni del 20% per negozi vari e di abbigliamento, calzature ed, in diversa percentuale, per carrozzerie, autofficine, parrucchieri, botteghe, edicole, tabaccai, farmacie, uffici etc. Il provvedimento è stato approvato durante la seduta di consiglio comunale del 25 Giugno scorso, con i voti favorevoli solo della maggioranza mentre i due gruppi d’opposizione hanno abbandonato l’aula.

Anche lo scorso anno, sempre con i soli voti della maggioranza, era stata votata una riduzione del 15% sia per le utenze domestiche che per le utenze non domestiche.

“Anche quest’anno siamo riusciti ad agevolare le attività maggiormente colpite dall’emergenza, sia attraverso contributi ministeriali che con fondi propri del bilancio comunale – dichiara l’assessore al bilancio Raffaela Posadino – L’attenzione verso le attività economiche, e verso le difficoltà che stanno subendo a causa della pandemia ancora in corso, è diventata purtroppo, uno dei fulcri della nostra attività amministrativa. Lo scorso anno avevamo infatti già previsto sensibili riduzioni tariffarie e la rateizzazione dei tributi per agevolare gli utenti”.

Le scadenze per il pagamento di quanto dovuto, al netto della detrazione, sono fissate al 30 Settembre per la prima rata, 31 Ottobre per la seconda rata, 30 Novembre per la terza e 31 Gennaio 2022 per la quarta frazione. Chi invece decide di versare l’intero tributo in un’unica quota, dovrà farlo entro il 30 Novembre.

“Per la prima volta Castelsardo ha raggiunto e superato la soglia del 75% sulla differenziazione dei rifiuti – sottolinea l’assessore all’ambiente Roberto Fiori – anche questo incentivo economico, che segue quello dello scorso anno, deve essere una spinta ad un’attenzione sempre maggiore alla differenziata dei rifiuti”.

“Come amministrazione siamo attenti ad ogni tipo di agevolazione – conclude il sindaco Antonio Capula – al fine di favorire la ripresa economica per ogni categoria”.