Coronavirus, nelle prossime 48 ore è atteso il nuovo Dpcm che prorogherà per altre due settimane la chiusura dell’Italia. Si passerà così dal 3 aprile al 17. Lockdown confermato quindi anche durante la Pasqua. La conferma arriva anche dal ministro della Salute Roberto Speranza: “Nella riunione del Comitato tecnico scientifico svoltasi stamattina è emersa la valutazione di prorogare tutte le misure di contenimento almeno fino a Pasqua. Il governo si muoverà in questa direzione”.

Si fa strada nel frattempo l’ipotesi di una riapertura degli esercizi commerciali a scaglioni. Bar,  ristoranti e locali di intrattenimento, tra cui le sale giochi, potrebbero essere tra gli ultimi a riaprire. Ipotizzata anche una riapertura cadenzata in base all’età e dei posti di lavoro dove si potrà rispettare il distanziamento sociale.

Il Comitato tecnico scientifico (Cts) consiglia il Governo e diverse ipotesi sono sul tavolo: dal rientro cadenzato in base all’età alla valutazione, quasi caso per caso, delle filiere produttive e dei posti di lavoro dove si potrà rispettare il distanziamento sociale.

Per quanto riguarda la vita sociale in genere i tecnici stanno valutando la proroga per un tempo più lungo dei divieti di tutte quelle attività (concerti, locali pubblici, eventi) dove è impossibile evitare gli assembramenti, come spiega il Sole 24Ore. E comunque quando saranno riaperti dovranno rispettare le regole imposte nella prima fase di chiusura del mese di distanza.

Non solo: si valuta anche la possibilità di prevedere rientri cadenzati in base all’età: l’addio alla quarantena per fasce di età a cominciare dai soggetti più forti, come i giovani, per poi passare a quelli più a rischio.