Mascherina all’aperto obbligatoria nel Lazio a partire da domani. Come avevamo anticipato è arrivato l’annuncio del governatore Nicola Zingaretti (nella foto), che ha parlato della nuova ordinanza nel corso della conferenza stampa in diretta dall’ospedale Spallanzani di Roma.

“Da domani scatterà in tutto il territorio regionale l’obbligo della mascherina all’aperto. Già iniziata la predisposizione di meccanismi di controllo, perché chi violerà questa regola sarà sottoposto alle multe previste dai decreti nazionali. L’obbligo esclude i bambini al di sotto dei sei anni, i portatori di patologie incompatibili con l’uso della mascherina, durante l’esercizio dell’attività motoria o sportiva, quindi individuale per chi ad esempio fa footing. E’ un potente strumento di prevenzione per fermare la curva, e anche per lanciare il messaggio che dobbiamo seguire delle regole”, ha spiegato il governatore. “Per ora non sono previste chiusure anticipate di bar e ristoranti” nel Lazio, ha aggiunto quindi Zingaretti.

Con la nuova ordinanza regionale vengono introdotte quindi norme più severe – a partire da sabato 3 ottobre – sull’utilizzo della mascherina che diventa obbligatoria anche all’aperto, in qualsiasi orario della giornata. E l’obbligo vige anche per coloro che passeggiano da soli.

L’indice Rt è ormai salito sopra l’1 ed è per questo che il Governatore ha scelto di aumentare lo stato di allerta introducendo norme più severe e incrementando i controlli per le strade.

È una misura di prevenzione che facciamo per evitare che in futuro ci siano provvedimenti più duri, dobbiamo difendere tutti i Comuni del Lazio” ha aggiunto Zingaretti.

Chi è senza mascherina nonostante la nuova ordinanza verrà sanzionato con una multa di 400 euro.

Nel contempo verranno incrementati i controlli per verificare che tutti rispettino le regole. La conferma arriva anche dal Prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, il quale ha già fatto capire che le verifiche dei vigili e delle Forze dell’Ordine saranno serrate. “Saremo i primi ad essere impegnati per garantire il rispetto dell’obbligo generalizzato di tenere la mascherina in pubblico”, ha dichiarato Piantedosi nella serata di ieri, confermano la tolleranza zero verso coloro che non rispetteranno le regole dettate dalla nuova ordinanza.

La Regione Lazio sta riflettendo sulle misure da adottare qualora il livello dei contagi dovesse aumentare ancora. Secondo le indiscrezioni, una risalita dovrebbe portare ad una stretta su tutte le feste e cerimonie, dai compleanni ai matrimoni, come pure i funerali.

Ed è probabile possa esserci nuovamente il contingentamento degli ingressi all’interno dei supermercati, come succedeva durante il lockdown. E a proposito di lockdown, non è escluso che in quei territori con nuovi focolai non ci possa essere una nuova chiusura generalizzata.