Anche il Piemonte chiuderà i centri commerciali sabato e domenica, eccenzion fatta per quelli dei generi alimentari, ha annunciato il presidente Alberto Cirio, intervenendo a Tagadà su La7. ”Entro questa sera firmerò un’ordinanza che chiude i centri commerciali sabato e domenica su tutto il territorio regionale e che, quindi, tiene aperto solo la parte alimentare e solo le farmacie, dunque quelli che sono i beni di prima necessità”. Questo vuol dire che la misure potrebbe interessare anche attività di sale gioco presenti in queste strutture.

La chiusura dei centri commerciali nel weekend è una “misura anti-assembramento molto forte”, sostiene il governatore Cirio, convinto di avere messo in campo in Piemonte “misure di grande rigore”, perché “quando si è prudenti non si sbaglia mai”. Al riguardo, Cirio ricorda che la Regione ha già disposto la chiusura di tutte le attività a mezzanotte. “Non è come il coprifuoco lombardo, dove non si può uscire di casa, ma che tutte le attività sono chiuse da mezzanotte, orario che abbiamo difeso perché sono attività che si sono fatte in quattro per essere in regola. Ci sono più rischi di assembramento nei centri commerciali”.

In generale l’attività di sale giochi, scommesse e bingo in Piemonte sarà consentita dalle ore 8 alle ore 21, così come previsto dal Dpcm del 18 ottobre.