Il premier britannico Boris Johnson (nella foto) ha annunciato che l’ulteriore allentamento delle restrizioni per il coronavirus, che avrebbe dovuto entrare in atto da domani, verrà posticipato di almeno due settimane. Nella conferenza stampa di oggi, il primo ministro britannico ha dichiarato che gli spettacoli al chiuso non riprenderanno e che i casinò, i bowling e altri luoghi simili dovranno rimanere chiusi.

Dovranno attendere anche le feste di matrimonio con oltre 30 partecipanti. Il quotidiano britannico “The Guardian” riferisce che il primo ministro è stato obbligato a mantenere le attuali misure restrittive perché il numero di casi di coronavirus in aumento.

“Non possiamo essere compiacenti, dobbiamo agire rapidamente”, ha detto Johnson. Il premier ha aggiunto che le restrizioni imposte in alcune aree dell’Inghilterra settentrionale sono state necessarie, perché le misure prese a Leicester e a Luton hanno dimostrato che è possibile sopprimere il virus quando si ripresenta a livello locale. Lo riporta Agenzia Nova.