“Non chiediamo soldi allo Stato, ma la costituzione di un fondo salva calcio dove devono entrare risorse della Federazione e che devono derivare dalle scommesse”.

Lo ha dichiarato il presidente della Figc, Gabriele Gravina, parlando a Radio Cusano Tv Italia. Su un possibile ritorno in campo dopo la pandemia di Covid-19 che ha di fatto bloccato la quasi totalità dello sport mondiale ha spiegato: “La priorità è terminare i campionati entro l’estate, senza compromettere la stagione 2020-21. Non possiamo permetterci un’estate piena di contenziosi sul profilo procedurale e legale”.