Tutti i versamenti dovuti dalle imprese di scommesse, slot, bingo e giochi pubblici in generale andrebbero prorogati al 30 giugno prossimo e comunque rateizzati prevedendo la scadenza ultima al dicembre prossimo.

E’ la proposta presentata dai senatori dei Forza Italia e Udc a modifica del testo del decreto legge Cura Italia all’esame del Senato.

Il testo ad oggi in vigore prevede infatti la proroga sulla scadenza del versamento del solo prelievo erariale sulle giocate di slot e videlotterie in scadenza entro il 30 aprile 2020 al 29 maggio2020. Le somme dovute possono essere versate con rate mensili di pari importo, con debenza degli interessi legali calcolati giorno per giorno. La prima rata è versata entro il 29 maggio e le successive entro l’ultimogiorno del mese; l’ultima rata è versata entro il 18 dicembre 2020″.

I senatori Pichetto Fratin, Damiani, Ferro, Fantetti, Saccone sono i firmatari di una proposta emendativa che estende questa misura agli altri concessionari di gioco legale.

Per quanto riguarda il comparto del Bingo, per cui ad oggi è prevista la sospensione del versamento del canone concessorio, si chiede una proroga anche del prelievo erariale e delle somme dovute per il pagamento delle cartelle.

Va sottolineato che per tutti gli esercizi di gioco, sale scommesse e sale bingo comprese, è stato previsto l’obbligo di chiusura attraverso i decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, adottati nei mesi di febbraio e di marzo per far fronte all’emergenza Corona-virus sul territorio nazionale, prima su una parte del territorio poi sull’intero territorio nazionale.