La Lega Serie A suggerisce qualche idea al Governo italiano per contenere le perdite economiche, che rischiano di essere superiori al miliardo di euro calcolando pure i danni indiretti: le cifre stimate oggi sono di 720 milioni se il campionato non riuscirà a ripartire, ridotti a 167 se la Serie A verrà invece portata a termine. Le proposte vanno dalla semplificazione della burocrazia sulla costruzione di nuovi stadi, alla revisione della legge Melandri sui diritti televisivi, fino a quella sul professionismo sportivo e sulle agenzie di scommesse sportive, cancellando il divieto di pubblicità imposto alle società per aiutare la ripresa.