“La lotteria degli scontrini può aspettare”. E’ quanto riferito da Confimi Industria, che spiega tra le varie richieste come sia da prorogare di almeno un anno (almeno fino luglio 2021) anche la decorrenza delle disposizioni sulle precompilate IVA (registri, LIPE, DAI) e di conseguenza dei termini attualmente fissati al 30 giugno 2020 e al 30 settembre 2020 entro cui i contribuenti dovrebbero adeguare rispettivamente registratori telematici e programmi di fatturazione elettronica alle nuove specifiche tecniche recentemente approvate.