Coronavirus, in arrivo le misure fiscali a sostegno delle zone colpite dall’emergenza, stop a versamenti fiscali, contributivi e cartelle, blocco dei pagamenti per le bollette energetiche delle imprese.

Dopo il decreto legge che ha predisposto, ieri, le misure di intervento dal profilo di sanità pubblica come la sospensione delle procedure concorsuali, la sospensione delle attività scolastiche nelle zone a rischio o la sospensione di attività commerciali escluse quelle per l’acquisto di beni di prima necessità, il governo sta mettendo a punto un altro provvedimento d’urgenza che guarda agli adempimenti e scadenze che riguardano le attività economiche, professionali e imprenditoriali. Si tratta in particolare della sospensione degli adempimenti fiscali e contributivi nonché di altre misure economiche. I fondi arriveranno dallo stanziamento già previsto per la lotteria degli scontrini in quanto quest’ultima dovrà partire a luglio. Per le altre misure di sostegno si guarda all’esperienza di interventi messi in campo come nel caso del crollo del ponte Morandi e degli eventi calamitosi.

Gli interventi in particolare consisteranno nella sospensione delle scadenze fiscali e contributive e delle rate della riscossione, ma anche dei pagamenti delle forniture delle bollette energetiche. A sostegno delle imprese colpite nella zona rossa anche un accesso ai fondi delle pmi. In arrivo anche la sospensione dei pagamenti delle rate dei mutui. In queste ore stanno lavorando al provvedimento atteso in tempi brevi sia i tecnici del ministero dell’economia, sia, per quanto riguarda lo stop ai mutui, l’associazione banche italiana.

“Per far fronte agli oneri derivanti dallo stato di emergenza sanitaria lo stanziamento previsto è incrementato di 20 milioni di euro per l’anno 2020 a valere sul Fondo per le emergenze nazionali“, si legge all’articolo 4 del decreto approvato dal Cdm.