“Amministrazione comunale complice nella diffusione delle ludopatie e del gioco d’azzardo. Dopo più di due mesi, in violazione di leggi e norme regolamentari, ancora non è stato convocato il consiglio comunale da noi richiesto per discutere un regolamento che disciplini le modalità di gestione delle attività relative all’esercizio dei giochi. (…)

Di certo, la violazione di leggi e regolamenti porta con sé l’abolizione delle essenziali funzioni del consiglio comunale, impedendo la partecipazione e il sano confronto tra i gruppi che in aula rappresentano la comunità. Per protestare (…), non parteciperemo ai consigli comunali fino a quando non si ristabiliranno le regole e si rispetteranno le leggi. Chiederemo al prefetto un ulteriore suo intervento affinché si torni ad applicare la legge e si permetta ai consiglieri comunali di espletare il proprio ruolo e la propria funzione”. Così in una nota i consiglieri comunali a Corchiano (VT), Bengasi Battisti, Livio Martini, Paolo Nardi e Paola Troncarelli.