Sono precisamente 2.404 le attività nel settore delle scommesse, dei giochi pubblici, slot e bingo a cui è stato già ‘bonificato’ il contributo previsto dal decreto Ristori, per un totale di 14 milioni di euro.

Si tratta dello 0,9 per cento dei fondi disponibili. E’ quanto certifica l’Agenzia delle Entrate spiegando che sono stati eseguiti 312 mila pagamenti di tutti i contributi automatici previsti dal Decreto Ristori 1 del 28 ottobre 2020 per un importo di 1,6 miliardi di euro. A questi bonifici si aggiungono i 2,4 milioni di accrediti relativi al Decreto Rilancio per un valore pari a 6,6 miliardi di euro. Complessivamente ad oggi i contributi a fondo perduto e i ristori erogati dall’Agenzia delle entrate ammontano a 8,2 miliardi di euro a favore di 2,4 milioni di partite Iva.

I pagamenti eseguiti ed il piano d’azione – Sono stati eseguiti tutti i pagamenti previsti dal decreto rilancio. Inoltre, per quanto riguarda i pagamenti dei contributi previsti dal decreto ristori, sono stati eseguiti tutti quelli erogati automaticamente a chi aveva già ricevuto il contributo previsto dal Decreto Rilancio (312 mila contribuenti interessati per un valore di 1,5 miliardi di euro). Dalla scorsa settimana, inoltre, è aperta la piattaforma telematica per l’invio delle domande per chi non aveva ricevuto il contributo previsto dal decreto rilancio. Saranno effettuati nelle prossime settimane gli ulteriori pagamenti automatici del decreto ristori 2 e i pagamenti su istanza del decreto ristori 1 e 2.

La maggior parte dei ristori è andata alla Ristorazione, con 191.310 attività e un importo di oltre 1 miliardo di euro.

Complessivamente al settore giochi sono stati bonificati 14,17 milioni di euro.