conticelli
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Il consigliere regionale Nadia Conticelli, PD, ha presentato ieri  in Consiglio Regionale del Piemonte una interrogazione sul piano triennale, che la giunta regionale ha adottato due giorni fa, e che prevede gli interventi sociosanitari di recupero dei pazienti, la formazione del personale delle sale da gioco e dei servizi sociali, le azioni educative di sensibilizzazione e l’accompagnamento dei Comuni. “Tutela della salute e della sicurezza pubblica e contrasto all’illegalitá, sono gli obiettivi della legge regionale per la prevenzione del gioco d’azzardo compulsivo” spiega la consigliera Conticelli.

E finalmente per la prima volta é stata approvata dalla Conferenza Stato Regioni anche una norma nazionale per l”avvio del processo di riordino del settore. Entro aprile 2018 le 400mila slot dovranno ridursi a 265mila e diventa coercitivo il dimezzamento dei punti gioco nei prossimi tre anni. In Piemonte il termine per adeguare gli orari (otto ore di apertura al massimo giornaliere) e le localizzazioni (500 metri almeno da scuole e altri punti sensibili) scade al 30 novembre. Giovedi il piano triennale sarà esaminato nelle commissioni sanità e sviluppo economico”. Per la consigliera infatti “è ora indispensabile ed urgente provvedere all’emanazione delle norme attuative della l.r. n. 9/2016 approvando il Piano integrato di cui all’articolo 3 in modo tale da fornire agli operatori e alle amministrazioni comunali gli strumenti necessari per garantire la realizzazione degli interventi previsti dalla legge stessa”.

“Ora tocca allo stato intervenire sulle grandi sale Bingo, che sfuggono dalle maglie delle leggi regionali” conclude Nadia Conticelli.

Commenta su Facebook