“Non stiamo dando schiaffi a nessuno. Non c’è una deliberata volontà di penalizzare qualcuno”. Lo dice il premier Giuseppe Conte parlando del Dpcm nel corso della sua partecipazione al food festival del Corriere della Sera.

“Con queste misure che abbiamo introdotto, con questo piano che stiamo perseguendo, confidiamo che” le restrizioni “siano limitate a qualche settimana. Se riusciamo a contenere il contagio possiamo affrontare le settimane che ci aspettano con un margine di serenità. Non ho mai detto che a Natale festeggeremo, brinderemo, ci abbracceremo tutti però far ripartire i consumi sotto Natale credo sarebbe molto più utile per l’intera economia nazionale, per tutti”. “Vogliamo che questa limitazione sia quanto più contenuta possibile nello spazio temporale, ecco perché siamo intervenuti adesso. Anche perché altrimenti questo treno ci arriverebbe addosso, le conseguenze economiche sarebbero ben peggiori. I danni sarebbero molto più elevati e prolungati”.