Il Consiglio dei Ministri si è riunito mercoledì 29 luglio 2020, alle ore 21.30 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Ha svolto le funzioni di Segretario il Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Luigi Di Maio.

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha esaminato trentanove leggi delle Regioni e delle Province autonome, e ha deliberato di non impugnare la legge della Regione Campania n. 13 del 24/06/2020, recante “Modifiche alla legge regionale 2 marzo 2020, n. 2 (Disposizioni per la prevenzione e la cura del disturbo da gioco d’azzardo e per la tutela sanitaria, sociale ed economica delle persone affette e dei loro familiari)”.

Le novità consistono in alcuni piccoli ritocchi: “Alla realizzazione delle finalità della legge secondo gli indirizzi definiti dalla Regione concorrono gli enti del Terzo Settore di cui all’articolo 4, comma l, del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117 e successive modificazioni e gli enti accreditati per i servizi nell’area delle dipendenze. Gli stessi soggetti del Terzo Settore saranno interpellati dalla giunta nella definizione e modalità di erogazione dei corsi di formazione. I Sindaci, nell’ambito dei comitati per l’ordine e la sicurezza pubblica, forniranno informazioni circa le situazioni presenti sul proprio territorio al fine di garantire il migliore espletamento degli interventi di prevenzione e contrasto al gioco d’azzardo patologico, demandati, per i profili di rispettiva competenza, alle forze di polizia e alle polizie locali”.