Gioco d’azzardo, a Forlì otto sale irregolari: a breve provvedimenti

Il Comune di Forlì è in linea con la direttiva regionale in merito alle sale da gioco. A chiedere conto dell’applicazione del divieto di slot nel raggio di 500 metri dai luoghi sensibili, giovedì pomeriggio in Consiglio comunale a Forlì, è il Movimento 5 Stelle. E l’assessore alla Scuola, Paola Casara, spiega che, per quanto riguarda i corner sportivi, il 13 dicembre scorso e’ stata invitata la comunicazione preventiva, mentre per sale gioco e sale scommesse il 17 dicembre c’è stato un incontro in Questura per definire le modalita’ operative per i controlli e i relativi provvedimenti.

Fissando tre step: verifica da parte della Polizia locale sulle otto strutture presenti in vicinanza di luoghi sensibili; l’invio dell’avvio del procedimento di cessazione dell’attivita’; la notifica e l’ordinanza da parte dei vigili anche per le eventuali sanzioni. Scatteranno infine “controlli a tappeto” sulle 90 attivita’ con giochi al loro interno per verificare il rispetto della legge regionale. Per niente soddisfatto il consigliere pentastellato Daniele Vergini che auspica un immediato avvio dei provvedimenti di chiusura per le sale gioco non in regola. Dire (in foto Vergini)