Nell’ambito del dibattito emerso ieri in Commissione Sanità del Lazio sulla questione legata al marchio no slot, alcuni consiglieri hanno ritenuto non fosse proprio adatto allo scopo, c’è stata infatti perplessità da parte di alcuni membri della Commissione sia da parte dell’opposizione che della maggioranza.

Il presidente e capogruppo di Forza Italia, Giuseppe Simeone ha quindi espresso la necessità che l’assessore Troncarelli fornisca una relazione che faccia il conto della situazione, da presentare entro il 15 novembre, su quella che è anche l’attuazione della legge numero 5 del 2013. Entro il 21 novembre dovranno invece pervenire le osservazioni dei consiglieri allo schema di delibera 82.

Il presidente di Commissione Simeone, in particolare, si è interrogato su quello che è l’obiettivo di questo marchio, evidenziandone la necessità e rendendosi disponibile ad un miglioramento per renderlo più chiaro. Il capogruppo di Forza Italia si è soffermato soprattutto sul cercare di capire l’obiettivo di fondo, sottolineando la necessità – visto che la legge è ferma dal 2013 e in qualche modo bisognerà intervenire – a dare garanzie agli esercenti e ai commercianti, magari con delle agevolazioni fiscali. L’intento deve essere quello di non penalizzare chi gestisce anche questo tipo di attività. Simeone cercherà quindi di rappresentare un’istanza di mediazione tra le varie esigenze, attendendo la relazione e le osservazioni per capire se emergeranno ulteriori elementi su cui intervenire. Lo scopo del capogruppo di Forza Italia è chiaro: servono anche forme di tutela nei confronti degli esercenti.

Commenta su Facebook