Ieri il Portogallo ha presentato in Commissione Europea una bozza di regolamento per il gioco d’azzardo online “Saque ou Crash”. Il regolare periodo di stand still, della durata di tre mesi, scade il prossimo 18 gennaio.

Con la bozza di regolamento si autorizza la pratica del gioco d’azzardo online denominato “Saque o Crash” e si approvano le rispettive regole di funzionamento, esecuzione e pratica online, che sono contenute nell’allegato al regolamento. Questo gioco è un gioco d’azzardo online con bankroll, in cui i giocatori giocano contro l’operatore, sulla base di un moltiplicatore che aumenta da 1,00 e il cui obiettivo è ritirare la scommessa prima della fine dell’incremento del moltiplicatore. Lo ha richiesto un soggetto operativo abilitato all’esercizio dei giochi d’azzardo, ai sensi del comma 2 dell’articolo 12 del Regime giuridico per i giochi e le scommesse online (RJO), approvato con decreto-legge n.66/2015 del 29 aprile.

L’intento è quello di regolamentare una nuova tipologia di gioco d’azzardo che ha come caratteristiche distintive l’incremento di un valore numerico e il ritiro della scommessa prima che il valore si fissi o scompaia. Essendo il risultato di tale gioco contingente in quanto esclusivamente o fondamentalmente basato sulla fortuna, esso è distinto ed autonomo dalle tipologie di giochi d’azzardo elencate al comma c) dell’articolo 5, comma 1, della RJO, nonché dal possibile interesse per i calciatori, si è quindi ritenuto che ricorrano i presupposti legalmente richiesti per il rilascio dell’autorizzazione e del regolamento. Il presente regolamento intende pertanto dare attuazione a quanto previsto dal comma 3 dell’articolo 5 dell’RJO, in base al quale le regole per l’esecuzione delle scommesse online sono stabilite con regolamento dall’Organo di Controllo, Ispezione e Regolamentazione.

Articolo precedenteLiguria, Rossetti e Ioculano (PD): “Sbloccare iter per applicazione legge contro gioco d’azzardo. Se tutto rimarrà fermo porteremo in aula la nostra pdl”
Articolo successivoAbruzzo, contrasto al gioco d’azzardo patologico: consiglio regionale approva il piano regionale 2022-2023