La Commissione Europea ha dato il via libera, al termine del regolare periodo di stand still, all’ordinanza del Liechtenstein che modifica la regolamentazione dei casinò.

In assenza di norme armonizzate ai sensi del diritto europeo nel settore dei giochi d’azzardo, spetta agli Stati parte dell’accordo sullo Spazio economico europeo decidere se e in quale misura la sfera dei giochi d’azzardo è regolamentata per pubbliche ragioni politiche. L’ordinanza stabilisce i requisiti che il licenziatario deve soddisfare per avere il diritto di gestire i casinò.

I requisiti sono formulati in relazione alla registrazione dei clienti e alla memorizzazione dei loro dati. In base ai requisiti tecnici per le macchine da gioco. Sono inoltre formulate alcune disposizioni relative al divieto di pubblicità.