commissione europea
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Considerando che si spendono più soldi per pubblicizzare il gioco d’azzardo rispetto a campagne informative sui rischi legati alle tossicodipendenze – conclude – chiediamo che si dedichino dei fondi specifici alle comunità che prestano soccorso ai ragazzi vittime dell’abuso di sostanze”.

Così in un’interrogazione alla Commissione Europea l’europarlamentare della Lega Nord Angelo Ciocca.

“L’età dei ragazzi che chiedono di entrare in comunità di recupero dalla tossicodipendenza continua a diminuire, mentre sono in continuo aumento le sostanze psicoattive che gli adolescenti possono acquistare per pochi spiccioli” denuncia.

“A Pavia una media di 8 minorenni al mese è in lista d’attesa per entrare in comunità per disintossicarsi da sostanze stupefacenti quali eroina, cocaina, cannabis e pasticche di ogni genere”, dichiara Ciocca. “Il numero de richiedenti aiuto è in costante aumento tanto che le attuali strutture non sono sufficienti ad accoglierli tutti”.

“Ad allarmare – prosegue l’eurodeputato del Carroccio – è la facilità con la quale i giovani possono reperire le sostanze che, come nel caso di Pavia, si possono trovare per pochi soldi nel vicino parco di Rogoredo, uno degli spazi di spaccio più grandi d’Europa che si trova a poche decine di chilometri dalla nostra città”.

“Con il diffondersi di nuove tipologie di droghe sintetiche – prosegue il deputato – occorrono team sempre più specializzati di psicologi, personale qualificato ed educatori che devono far fronte ad una domanda di aiuto che sta aumentando in modo esponenziale”.

Commenta su Facebook