commissione europea
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “È la Commissione a conoscenza della legislazione sullo status dei giocatori professionisti in vigore in altri Stati membri dell’UE? Dato che un numero sempre maggiore di squadre comprende giocatori di diversi Stati membri, si solleva la questione se debba essere creato uno status UE per i giocatori. Intende quindi la Commissione adottare disposizioni volte a stabilire uno status armonizzato per i giocatori di videogiochi a livello dell’UE?”.

E’ quanto chiede in un’interrogazione a risposta scritta alla Commissione Europea Alain Cadec (PPE), che spiega: “I videogiochi online e i tornei di sport elettronici stanno diventando sempre più popolari. È importante che la legislazione sia adattata agli sviluppi in questo nuovo settore. In particolare, la mancanza di uno status specifico per i giocatori di sport elettronici comporta incertezza giuridica e un aumento del rischio di insicurezza. In Francia, lo status giuridico dei giocatori di videogiochi competitivi professionisti impiegati è stato istituito ai sensi della legge sulla Repubblica digitale n. 2016-1321 del 7 ottobre 2016. L’articolo 102 contiene disposizioni su un contratto di lavoro per i giocatori e l’istituzione di sanzioni nell’evento di non conformità”.

 

Commenta su Facebook