“La Commissione non ha effettuato una valutazione sull’attuazione della raccomandazione sui principi per la tutela dei consumatori e dei giocatori dei servizi di gioco d’azzardo online e per la prevenzione dei minori dal gioco d’azzardo online e non prevede di farlo nel prossimo futuro”. E’ quanto ha risposto il commissario europeo Elzbieta Bieńkowska all’interrogazione presentata dall’eurodeputato rumeno Cătălin Sorin Ivan (Ni), che sollecitava la Ce a puntare la sua attenzione sul gioco online e i suoi aspetti problematici.

“La Commissione – ha aggiunto – riconosce i rischi per i consumatori associati al gioco d’azzardo. Tuttavia, poiché non esiste una normativa UE specifica per il settore del gioco d’azzardo, gli Stati membri sono liberi di regolamentare le attività di gioco d’azzardo fintantoché sono in linea con le norme sul mercato interno stabilite dal trattato e interpretate dalla Corte di giustizia dell’Unione Europea. Le norme sul gioco d’azzardo, comprese le norme sulla protezione dei consumatori, variano quindi tra gli Stati membri dell’UE. Ciononostante, la Commissione sostiene gli Stati membri nei loro sforzi per garantire un elevato livello di protezione dei consumatori di servizi di gioco d’azzardo”.