“Dal punto di vista dell’usura intra-familiare la circostanza staticamente piu` significativa – ci siamo gia` confrontati anche su questo tema, in altre sedi – e` quella dei soggetti vittime di ludopatia. Forse, ma questo rimane come una parentesi nel mio intervento, elargire somme di denaro a soggetti che hanno questa particolare problematica non risponde alle loro reali esigenze. Bisognerebbe pensare ad un percorso di supporto psicologico, di assistenza e di cura, che e` tutt’altro rispetto a quello garantito dal fondo (Fondo di solidarieta` per le vittime delle richieste estorsive e dell’usura disciplinato dalla legge n. 44 del 1999, ndr) e sicuramente non ad una elargizione da parte del fondo, a maggior ragione per come e` strutturato oggi. Si tratta infatti di soggetti a cui semmai va limitato l’accesso al credito, avendo questa patologia”. Lo ha detto in audizione in Commissione Antimafia l’avvocato Eleonora Montani, docente di diritto penale all’Università «Bocconi» di Milano.

“Come efficacemente sottolineava il senatore Endrizzi nel suo intervento – ha spiegato l’avvocato -, un giocatore d’azzardo patologico ha bisogno che venga investito su di lui in termini di fiducia, ma anche di un supporto, perche´ possa intraprendere un percorso di cura. Quindi c’e` bisogno di una figura che non solo lo supporti in termini di amministrazione economica, ma che faccia con lui un percorso diverso e ulteriore. In questo senso, il fondo cosı` com’e` strutturato oggi, sicuramente non e` adatto a rispondere a questo tipo di esigenze, necessita` e competenze, che di fatto non ha in seno. Anche la riforma, per i suggerimenti che sono stati condivisi oggi, va verso un’altra direzione, ovvero verso la valorizzazione e la messa in campo di altre competenze, che non sono quelle atte a supportare un soggetto giocatore d’azzardo patologico, che pure presenti elementi di criticita`, anche dal punto di vista della necessita` di un sostegno economico”.

Articolo precedenteCasinò di Campione, dalla riapertura ricavi per 20 milioni: svolta importante grazie a tecnologia touch, innovazioni e collaborazione con Novomatic Italia
Articolo successivo15 anni di Jamma Magazine. Da oggi online il numero di settembre