Secondo quanto si legge nel Bollettino Ufficiale della Regione lazio “il Comitato interministeriale per la programmazione economica delibera che il livello del finanziamento del Servizio sanitario nazionale cui concorre ordinariamente lo Stato per l’anno 2020 ammonta ad euro 117.407.200.000 ed e’ articolato nelle seguenti componenti di finanziamento: a) euro 113.257.674.550 sono destinati al finanziamento indistinto dei livelli essenziali di assistenza (LEA) incluse le quote relative: al finanziamento degli interventi di prevenzione e cura della fibrosi cistica, alla prevenzione e cura dell’AIDS, alla prevenzione e cura dei malati affetti dal morbo di Hansen, all’assistenza ai cittadini extracomunitari irregolari e per lo screening neonatale per la diagnosi precoce di patologie. Il finanziamento e’ assegnato e ripartito alle regioni e alle Province autonome di Trento e di Bolzano come da allegata tabella A, che costituisce parte integrante della presente delibera, ed e’ comprensivo, tra l’altro, di euro 914.200.000 finalizzati da specifiche norme di legge alle seguenti finalita’:

1. euro 50.000.000 per la cura della dipendenza dal gioco d’azzardo;

2. euro 69.000.000 finalizzati al rinnovo delle convenzioni con il SSN;

3. euro 200.000.000 finalizzate al finanziamento dei maggiori oneri a carico del SSN conseguenti alla regolarizzazione dei cittadini extracomunitari;

4. euro 186.000.000 per il concorso al rimborso alle regioni per l’acquisto di vaccini ricompresi nel Nuovo piano nazionale vaccini (NPNV);

5. euro 150.000.000 per il concorso al rimborso alle regioni degli oneri derivanti dai processi di assunzione e stabilizzazione del personale del SSN;

6. euro 25.200.000 per l’attivita’ di compilazione e trasmissione per via telematica, da parte dei medici e delle strutture sanitarie competenti del Servizio sanitario nazionale, dei certificati medici di infortunio e malattia professionale;

7. euro 49.000.000 per l’incremento dei fondi contrattuali della dirigenza medica e delle professioni sanitarie;

8. euro 185.000.000 per la copertura di parte del minor gettito derivante dalla soppressione del cosi’ detto superticket, ai sensi dell’art. 1, commi 446 e 447, della legge n. 160 del 2019; b) euro 1.814.714.256 sono vincolati alle seguenti attivita’: 1. euro 1.500.000.000 per l’attuazione di specifici obiettivi individuati nel Piano sanitario nazionale. Detta somma e’ ripartita, assegnata e/o accantonata con delibera di questo Comitato, da adottarsi in data odierna; 2. euro 40.000.000 per la medicina veterinaria. Detta somma sara’ erogata sulla base di quanto previsto dall’art. 3 della legge 2 giugno 1988, n. 218; 3. euro 48.735.000 per borse di studio triennali per i medici di medicina generale, relativamente alla terza annualita’ del triennio 2018-2021, alla seconda annualita’ del triennio 2019-2022 e alla prima annualita’ del triennio 2020-2023, sulla base della ripartizione riportata nella colonna 1 dell’allegata tabella B che costituisce parte integrante della presente delibera; 4. euro 6.680.000 per attivita’ di medicina penitenziaria, che saranno trasferite dal Ministero della giustizia sulla base della ripartizione riportata nella colonna 2 dell’allegata tabella B che costituisce parte integrante della presente delibera; 5. euro 165.424.023 per il finanziamento della medicina penitenziaria sulla base della ripartizione riportata nella colonna 3 dell’allegata tabella B che costituisce parte integrante della presente delibera; 6. euro 53.875.233 per il finanziamento degli oneri derivanti dal completamento del processo di superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari ai sensi dell’art. 3-ter, comma 7, del decreto-legge 22 dicembre 2011, n. 211, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 febbraio 2012, n. 9, sulla base della ripartizione riportata nella colonna 4 dell’allegata tabella B che costituisce parte integrante della presente delibera; c) euro 1.410.000.000 sono vincolati e gia’ ripartiti con altri provvedimenti alle regioni e alle Province autonome di Trento e di Bolzano per il finanziamento degli interventi urgenti, adottati per far fronte all’emergenza sanitaria COVID-19, di cui agli articoli 1, commi 1 e 3, 2-bis, commi 1, lettera a), e 5, 2-ter, 2-sexies, 3, commi 1, 2 e 3, e 4-bis del decreto-legge n. 18 del 2020, secondo la seguente partizione: 1. euro 660.000.000 ripartiti sulla base di quanto disposto dal decreto del Ragioniere generale dello Stato 10 marzo 2020 citato nelle premesse; 2. euro 250.000.000 per le finalita’ di cui all’art. 1, comma 1, del decreto-legge n. 18 del 2020 – incentivi in favore del personale dipendente del SSN -, ripartiti con la tabella A allegata al decreto medesimo; 3. euro 100.000.000 per le finalita’ richiamate dall’art. 1, comma 3, del decreto-legge n. 18 del 2020, ripartiti con la tabella A allegata al decreto medesimo; 4. euro 240.000.000 per le finalita’ di cui all’art. 3, commi 1 e 2, del decreto-legge n. 18 del 2020 – potenziamento reti assistenza territoriale -, ripartiti con la tabella A allegata al decreto medesimo; 5. euro 160.000.000 per le finalita’ di cui all’art. 3, comma 3, del decreto-legge n. 18 del 2020 – potenziamento reti assistenza territoriale -, ripartiti con la tabella A allegata al decreto medesimo; d) euro 629.633.194 sono destinati al finanziamento delle seguenti attivita’ e oneri di altri enti: 1. euro 10.000.000 per il finanziamento degli oneri contrattuali dei bienni economici 2002-2003 e 2004-2005 del personale degli istituti zooprofilattici sperimentali sulla base della ripartizione riportata nella colonna 5 dell’allegata tabella B che costituisce parte integrante della presente delibera; 2. euro 3.000.000 per la quota parte degli oneri contrattuali del biennio economico 2006-2007 del personale degli istituti zooprofilattici sperimentali sulla base della ripartizione riportata nella colonna 6 dell’allegata tabella B che costituisce parte integrante della presente delibera; 3. euro 265.993.000 per il funzionamento degli istituti zooprofilattici sperimentali sulla base della ripartizione riportata nella colonna 7 dell’allegata tabella B che costituisce parte integrante della presente delibera; 4. euro 123.130.194 per il concorso al finanziamento della Croce rossa italiana; 5. euro 2.000.000 per il finanziamento del Centro nazionale trapianti; 6. euro 173.010.000 per il concorso al finanziamento delle borse di studio agli specializzandi; 7. euro 2.500.000 per il pagamento delle rate di mutui contratti con la Cassa depositi e prestiti; 8. euro 50.000.000 per la formazione dei medici specialisti, ai sensi dell’art. 1, comma 424, della legge 27 dicembre 2013, n. 147; e) euro 295.178.000 sono accantonati per essere ripartiti con decreto del Ministro della salute di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, di ripartizione delle quote premiali per l’anno 2020, sullo schema del quale e’ stata sancita la prevista intesa della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano nella seduta del 31 marzo 2020 (rep. atti n. 57/CSR). 2. Il riparto delle fonti di finanziamento dei LEA, livelli essenziali di assistenza, comprensiva della quota finalizzata per ciascuna regione e per le provincie autonome, e’ indicato nell’allegata tabella C che costituisce parte integrante della presente delibera”.