Procedure di assunzione di psicologi e assistenti sociali in corso, acquisto del macchinario rTMS in dotazione al Serd in dirittura d’arrivo: questi alcuni degli aspetti salienti emersi durante la riunione del Comitato consultivo sul gioco d’azzardo svoltasi a Palazzo D’Aimmo, a Campobasso.

“Un primo passo per cominciare a lavorare con serietà e puntualità sul fenomeno della ludopatia in Molise – ha commentato il presidente dell’organismo, Aida Romagnuolo -. In merito, avevo inviato una nota al direttore generale dell’Asrem, Oreste Florenzano, che, raccogliendo il mio invito a partecipare all’incontro, con puntualità ed attenzione, ha riferito dell’attività che la sua struttura sta portando avanti per concretizzare e raggiungere obiettivi utili.

Ora, andranno ridefiniti i ruoli per una maggiore e migliore sinergia, per non lasciare nulla al caso e soprattutto per redimere il gioco d’azzardo in regione. Dunque, piena concertazione tra Asrem e Regione, tra Enti ed Associazioni, considerando il Comitato un punto di riferimento. Intanto, già da settembre – ha aggiunto – partiranno dei progetti di sensibilizzazione. Cercheremo di coinvolgere direttamente l’Ufficio scolastico regionale, come già nelle intenzioni dell’Asrem. L’obiettivo – ha concluso Romagnuolo – resta quello di aiutare il nostro territorio a scongiurare le dipendenze, non dimenticando il rispetto delle normative inerenti al fenomeno”.

Articolo precedenteCamera, disciplina stupefacenti: emendamento FdI destina il 5% degli incassi provenienti dal gioco d’azzardo all’istituzione del “Fondo nazionale lotta alle dipendenze”
Articolo successivoDicomano (FI): oggi l’ultima tappa della campagna di sensibilizzazione sul gioco d’azzardo “Scommettiamo sul Mugello”